La Grande Migrazione nel Serengeti: cos’è e quando vederla

La Grande Migrazione

Se stai organizzando un safari in Tanzania o stai pensando a quale sia il periodo migliore per visitare questa splendida terra africana, c’è un fenomeno che prima dovresti conoscere con cura, per poter scegliere la data migliore per partire.

Sto ovviamente parlando della spettacolare Grande Migrazione, un enorme fenomeno migratorio noto anche come “wildbeest migration“, ovvero migrazione degli gnu, l’animale più coinvolto.

Cos’è la Grande Migrazione?

Con questo termine si definisce uno dei più grandi fenomeni migratori annuali del mondo, ovvero lo spostamento di intere mandrie di animali erbivori, appartenenti alla fauna africana, che si spostano alla ricerca di pascoli rigogliosi in un percorso che parte dal Parco Nazionale del Serengeti, attraversa molti altre Aree e Riserve e infine torna nel Serengeti.

Grande Migrazione Masai Mara

Trascorsi i mesi di ottobre e dicembre noto come la stagione delle piccole piogge (acquazzoni brevi e sporadici, i Vull), gli gnu sono pronti per iniziare il loro lungo viaggio, nonostante nei fiumi famelici coccodrilli e leoni sono sempre in agguato a caccia di nuove prede. Durante questo enorme fenomeno migratorio, gli gnu:

  • compiono ben 800 km all’anno arrivando a percorrere anche 80km al giorno e migrano per combattere il periodo di siccità dirigendosi da nord verso sud da Ottobre a Novembre per poi spostarsi a ovest e ritornare a nord da Aprile fino a Giugno
  • migrano alla ricerca di nuovi pascoli per riprodursi o partorire ma soprattutto di acqua e cibo per sopravvivere
  • le femmine per partorire i loro cuccioli migrando favoriscono la crescita dell’erba fresca e nutriente di cui hanno bisogno tipica di queste pianure basse: ogni anno si registra mezzo milione di nascite
  • grazie alle loro feci e calpestando il terreno coi loro zoccoli gli gnu contribuiscono ad un ricambio del manto erboso
  • specialmente a sud tra le Ngorongoro Plans e il Serengeti meridionale il suolo e il sottosuolo di tufo vulcanico è un terreno molto fertile e tenero per gli gnu perché ricco di minerali come granito, calcio, potassio e carbonato di sodio e di cui le femmine gravide hanno bisogno per nutrirsi durante il periodo dell’allattamento

Prenota il tour safari Grande Migrazione da agosto a settembre

Safari Gnu Grande Migrazione

Quali aree interessa?

Il fenomeno della Grande Migrazione degli gnu ha luogo tra il Masai Mara al confine col Kenya, l’Area di Conservazione di Ngorongoro e il Parco del Serengeti, punto di partenza e arrivo della marcia che è possibile immortalare sia in estate (da luglio a settembre) che in inverno (da dicembre a marzo).

Un fenomeno di fama mondiale che si tramanda da milioni di anni, ogni anno meta di tanti turisti provenienti da ogni parte del mondo (si stima 90,000/anno).

La mappa della wildebeest migration

Mappa grande migrazione

 

Quando vedere la Grande Migrazione?

Per assistere alla grande migrazione in Tanzania personalmente vi consiglierei di andarci in questi mesi dell’anno:

 

  • tra Giugno e Settembre: in questo periodo potrete vedere migliaia di gnu migrare verso ovest (Grumeti) e poi verso nord (Bologonja) passando per il fiume Mara che confina col Kenya. Ritornati a Nord concludono il loro cammino affrontando la prova più’ difficile della migrazione: passare per il fiume Mara che confina col Kenya, in cui si mimetizzano enormi coccodrilli del Nilo.
  • dalla fine di Dicembre a Marzo: vicino ai laghi Ndutu e Masek nella Ngorongoro Conservation Area, nel mese di Febbraio noto come calving season (stagione dei parti) potrete vedere numerose colonie di animali prepararsi alla riproduzione e il parto (anche se a Marzo inizia la stagione delle grandi piogg).
  • da Aprile a Maggio: dopo lo svezzamento che si compie entro la fine di Aprile, anche i cuccioli appena nati partecipano alla transumanza.
  • per i più temerari, da Maggio a Giugno invece è possibile assistere al fenomeno del guado: i predatori rimangono nascosti nell’acqua in attesa di catturare la preda di turno. In questo periodo gli gnu si spostano a sud attraversano il fiume Grumeti chiamato il Western Corridor (Serengeti occidentale) lungo circa 40 km che sfocia nel lago Vittoria.
  • In parte è possibile assistere al fenomeno anche da ottobre a novembre. Con l’inizio delle piccole piogge, tornano nella regione settentrionale del Mara Triangle diretti verso la valle di Lobo/Klein’s (Serengeti nord-orientale) passando per il Maasai Mara Game Reserve e il fiume Mara dove si fermano a pascolare.

Quali sono gli animali coinvolti?

Anche se il periodo migliore per visitare la Tanzania è la stagione secca lunga, che corrisponde tradizionalmente alla nostra estate (luglio-agosto-settembre) perché non piove infatti il clima è fresco e il tempo sempre sereno.

Grande Migrazione Serengeti

I principali animali protagonisti della transumanza più copiosa della Terra sono:

  • 2mln di gnu, 300,000 zebre, seguiti da 400,000 gazzelle di Thomson.
  • Gnu e zebre dominano la scena in maggior numero tra i mesi di giugno e ottobre; ma anche le gazzelle, che ad Aprile migrano dal Serengeti meridionale per abbeverarsi lungo i fiumi della valle di Seronera nel Serengeti centrale dove potrete incontrare tantissimi leoni, ghepardi e iene.
  • Solo 3 dei Big Five, ovvero i più grandi animali della savana: elefante, rinoceronte e bufalo nero. Il leone e il leopardo vivono nel territorio perché non sono animali migratori, ma stanziali infatti percorrono al massimo 15 Km nei loro spostamenti.
  • Animali erbivori e mammiferi residenti e non migranti.

Se ti è venuta voglia di visitare queste magiche terre africane e di assistere dal vivo a questa mastodontica migrazione, puoi prenotare uno dei nostri speciali safari migrazione!

Prenota il tour safari Grande Migrazione da agosto a settembre

Safari Gnu Grande Migrazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LEGGI LE CONDIZIONI DI PRENOTAZIONE

Italiano